LASCIATI TENTARE…

 

Scegli tra i seguenti carrelli elevatori nuovi:

DOOSAN D30S-7 Modello DOOSAN B20X-7-AC
Diesel Alimentazione Elettrico
3.000 kg Portata 2.000 kg
Triplex FFT 5560 mm Montante Triplex FFT 5500 mm
1815 mm Alzata libera forche 1895 mm
2515 mm Ingombro  Montante chiuso 2480 mm
1200 mm Forche da 1200 mm
Si Traslatore forche Si
Si Griglia reggicarico Si
4 Vie Distributore idraulico 4 Vie
Motore a combustione interna Alimentazione Batteria Corazzata 48V  + kit Autorabbocco
Trasmissione Idrodinamica  Power Shift Caratteristiche specifiche Raddrizzatore di corrente 48 V
Filtro aria a doppia filtrazione Caratteristiche specifiche Motori trazione in AC 
Cofano motore a conchiglia insonorizzato Caratteristiche specifiche Motore pompa in AC
Si Valvola paracadute sul pistone sollevamento Si
4 superelastiche Ruote 4 superelastiche
A disco in bagno d’olio Freni A disco in bagno d’olio
Elettrico automatico Freno di stazionamento Elettrico automatico
Fari da lavoro alogeni Illuminazione Fari da lavoro alogeni
Specchio retrovisore parabolico Specchi Retrovisori laterali
Si Pomolo Volante Si
Si Vaschetta portaoggetti e presa 12V USB Si
Regolabile Piantone sterzo Regolabile
 Completo di indicatori Pannello strumenti Display LCD  con indicatori, autodiagnosi e regolazione potenza
De-Luxe molleggiato c/cinture di sicurezza Sedile De-Luxe molleggiato c/cinture di sicurezza
Si Lampeggiante stroboscopico e allarme retro Si
Tutti Dispositivi di sicurezza Tutti
Direttive CE Conformità Direttive CE

 

 

Per tutti gli altri modelli Doosan, puoi consultare le pagine:

Carrelli elevatori Diesel   https://www.semcar.it/categoria-prodotto/prodotti/carrelli-elevatori-diesel/

Carrelli elevatori Elettrici  https://www.semcar.it/categoria-prodotto/prodotti/carrelli-elevatori-elettrici/

 

SEMCAR FORNITORE UFFICIALE DEL COMUNE DI LICATA

Il Comune di Licata sposa la proposta SEMCAR di mobilità eco-sostenibile

Noi di SEMCAR  poniamo ogni giorno sempre più attenzione al tema dell’eco-sostenibilità, quindi della mobilità in aeree private o pubbliche, proponendo ai nostri clienti diverse soluzioni per ridurre al minimo le emissioni di CO2          e rumori molesti, senza compromettere i risultati in termini di prestazioni o costi. Soluzioni che, come è immaginabile,  si adeguano a svariate esigenze logistiche in luoghi pubblici o privati, quali: Hotels, Villaggi turistici, Parcheggi, Stazioni, Porti, Aeroporti, Strade pubbliche o Private, ecc.

Alcuni comuni italiani, stanno iniziando a sfruttare la potenzialità delle nuove tecnologie, di cui i Veicoli Elettrici (Golf-Cart) ITALCAR sono dotati e di cui noi di SEMCAR siamo distributori per tutta la Sicilia Orientale.

Ad esempio, abbiamo avuto il pregio di fornire al Comune di Licata (AG) due veicoli elettrici ITALCAR modello ATTIVA B4.5, per consentire agli anziani e a tutti coloro che hanno problemi di deambulazione, di raggiungere agevolmente i loro defunti nel cimitero di Marianello. Cimitero che oltre ai comuni problemi di viabilità, si sviluppa in salita con delle importanti pendenze.

L’acquisto dei mezzi è stato eseguito dalla Polizia Municipale grazie ai proventi delle contravvenzioni.

Non possiamo, dunque, non lodare l’iniziativa del Comune di Licata, sia da un punto di vista umano che ambientale… Speriamo sia di esempio a tutti i Comuni d’Italia.

Cosa aspettate?…. Il futuro è ELETTRICO!!!

 

Servizio turistico eco-compatibile!

Giorno dopo giorno acquista sempre maggiore importanza la valutazione dell’impatto ambientale dei nostri mezzi, senza compromettere i risultati in termini di prestazioni o costi.

Alcuni comuni italiani stanno iniziando a sfruttare la potenzialità delle nuove tecnologie.

Ad esempio il Comune di Torino, nel 2015 ha sposato, con grande successo, il progetto del BUS Elettrico M2 di produzione Italcar, di cui SEMCAR ne è ufficiale distributore per la Sicilia Orientale.

Cosa aspettate il futuro è ELETTRICO!!!

 

CORSI DI FORMAZIONE PER OPERATORI DI CARRELLI ELEVATORI

volantino 9-001

Service Mediterranea Carrelli srl è anche formazione, prevenzione e consulenza, nell’ambito della logistica e movimentazione delle merci e del panorama normativo che regola questo settore.
La proposta formativa si rivolge a tutte le funzioni dell’organizzazione aziendale e propone programmi teorici e pratici,con approfondimenti settoriali.
Capire la gestione della sicurezza, conoscere i rischi, attuare la prevenzione è possibile là dove esiste l’informazione e l’addestramento costante delle risorse umane, il controllo delle attrezzature, e la sicurezza degli ambienti di lavoro.
I datori di lavoro hanno l’obbligo morale e la responsabilità giuridica di garantire la sicurezza e di sensibilizzare il dialogo continuo con i lavoratori al fine di abbattere i tassi di infortunio e malattia.
La proposta formativa si articola in corsi mirati a diffondere ed approfondire tutte le tematiche connesse all’utilizzo del carrello elevatore ed alla circolazione sicura di uomini e merci nell’ambiente di lavoro, sia dal punto di vista prettamente tecnico, sia in termini normativi e legislativi.
L’obiettivo è aiutare Manager ed Aziende a fare sicurezza, nella consapevolezza che il comportamento virtuoso possa contribuire anche ad ottimizzare la produttività ed il risparmio.

PROGETTO: Movimentazione Sicura
Premessa:
La chiave per prevenire gli infortuni sul posto di lavoro è un’adeguata istruzione degli operatori. Alla luce di quanto prescritto dal nuovo Testo Unico sulla sicurezza (D.Lgs. 81/2008 e successivi aggiornamenti) in relazione ai requisiti minimi di sicurezza e salute per l’uso di attrezzature di lavoro da parte dei lavoratori, in ottemperanza a quanto previsto dall’art. 73 del medesimo Decreto, si conferma l’obbligo del datore di lavoro di provvedere affinché per ogni attrezzatura di lavoro messa a disposizione che richieda conoscenze e responsabilità particolari, i lavoratori incaricati dell’uso (come il caso degli addetti alla movimentazione meccanica dei carichi, cioè ai carrellisti o “mulettisti”) ricevano una formazione adeguata e specifica tale da consentire l’utilizzo delle attrezzature in modo idoneo e sicuro, anche in relazione ai rischi che possono essere causati ad altre persone.
Inquadramento normativo
Il Testo Unico sulla sicurezza obbliga il datore di lavoro a formare ed informare i lavoratori per l’utilizzo delle medesime attrezzature messe a disposizione. Nel caso che l’impiego di queste attrezzature richieda particolari conoscenze e responsabilità, il datore di lavoro deve inoltre incaricare per il loro utilizzo soltanto i lavoratori che abbiano ricevuto specifica informazione, formazione ed addestramento.
E’ proprio in relazione a quanto disposto dal D.Lgs.81/08, che prevede che uno specifico Accordo Stato-Regioni individui le attrezzature di lavoro per le quali è necessaria la specifica abilitazione ed i contenuti, la durata e le modalità per lo svolgimento della formazione che consenta questa abilitazione, che è stato finalmente pubblicato questo Accordo, entrato in vigore il 12 marzo 2013.
Contenuti dell’accordo 22 febbraio 2012
L’Accordo, oltre ad individuare le tipologie di attrezzature che richiedono l’abilitazione, stabilisce i contenuti e la durata della formazione necessaria per conseguire tale abilitazione.
Si tratta di una formazione specifica che non sostituisce, ma si aggiunge, per i lavoratori incaricati all’utilizzo delle attrezzature individuate, a quella generale e specifica comunque prevista per tutti i lavoratori.
L’Accordo Stato -Regioni prevede che l’abilitazione debba essere rinnovata entro 5 anni dalla data di rilascio  dell’attestato.

Rinnovate! Acquistare un carrello elevatore nuovo non è mai stato così conveniente!

all

Tra le agevolazioni previste per le imprese all’interno della Legge di Stabilità troviamo i Super – Ammortamenti del 140%. Attraverso questa misura lo Stato consente di ammortizzare il 40% in più del costo imponibile del bene, bene che deve rientrare nella categoria dei BENI STRUMENTALI NUOVI. L’agevolazione è fruibile per i beni acquistati tra il 15.10.2015 e il 31.12.2016.

I super ammortamenti, che si cumulano con la Legge Sabatini rappresentano un’occasione formidabile di aiuti che possono ridurre anche di oltre il 25% il costo dei beni da voi venduti.

La Legge Sabatini a sua volta dà un contributo in conto interessi agli acquirenti di beni strumentali nuovi di costo superiore ai 20 mila euro.